Bonus Mobili

RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA

A chi spetta? Per quali acquisti?

Scopri tutte le regole per arredare casa con lo sconto del 50%

La Legge di Bilancio per il 2017 è stata approvata con voto di fiducia anche al Senato ed è divenuta Legge.

In particolare è stato prorogato fino al 31 dicembre 2017 il bonus Mobili ed Elettrodomestici legato ai lavori di ristrutturazione edilizia (nel seguito indicato come bonus mobili).

Il bonus mobili mantiene intatte le caratteristiche di base, prevedendo una detrazione in 10 anni del 50% per acquisto di mobili ed elettrodomestici con una spesa massima di 10 mila euro.

Viene introdotta invece una differenza in merito alle tempistiche relative ai lavori di ristrutturazione o manutenzione straordinaria ai quali potersi agganciare: potranno infatti usufruire del bonus mobili 2017 solo i contribuenti che hanno iniziato interventi di recupero del patrimonio edilizio a decorrere dal 1° gennaio 2016.

Nel caso in cui siano stati effettuati interventi di recupero edilizio nel 2016 (proseguiti o meno anche nel 2017) e siano già state sostenute spese per acquisto di mobili nel 2016 avvalendosi del bonus, sarà possibile usufruire del bonus mobili anche nel 2017, ma solo al netto delle spese già sostenute nel 2016 e fino al raggiungimento del tetto complessivo di spesa per mobili di 10.000 euro.

IMPORTANTE: PAGAMENTO CON BONIFICO

Per avere la detrazione sugli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici occorre effettuare i pagamenti con bonifico. Come precisato dall’agenzia delle entrate nella circolare n. 7/2016, se il pagamento è disposto con bonifico bancario non è necessario utilizzare quello (soggetto a ritenuta) appositamente predisposto da banche per le spese di ristrutturaione edilizia. Stesse modalità devono essere osservate per il pagamento delle spese di trasporto e montaggio dei beni.


Scarica la guida completa Bonus Mobili

federmobili agenzia delle entrate fisco e tasse